Company Logo

Italian English French German

Login

Assistenza Online

Windows 8 è arrivato: "Si apre una nuova era"

(7 - voto utenti)

 

Windows 8 (Microsoft)

 

BENTORNATI nel 1994, il tempo in cui le finestre di Windows non erano altro che un'applicazione, e non ancora un sistema operativo. Per accedere al desktop, che poi diventerà il nostro pane quotidiano, ancora dovevamo scrivere "cd windows" e poi "windows.exe". O qualcosa del genere: la memoria si perde nelle nebbie del tempo.

Si scherza, ovviamente: siamo nell'ottobre 2012 e venerdì Microsoft metterà in commercio il suo nuovo sistema operativo: Windows 8. L'unica concessione al "ritorno al passato" è il fatto che il desktop non è più il centro dell'esperienza degli utenti, ma solo una (enormemente importante) applicazione.

L'eterno ritorno vale forse in filosofia, non certo in tecnologia, dove si può solo andare avanti o rischiare di scomparire. Microsoft ha quindi deciso che - nel tempo dei tablet - doveva rivoluzionare tutto per rimanere sul mercato. Come nel Gattopardo insomma: deve cambiare tutto (il sistema operativo) per non cambiare nulla (il dominio Microsoft sul mercato).

La risposta è Windows 8, un sistema operativo che vale per i tablet, per i portatili e per i pc desktop, come quelli che abbiamo a casa o in ufficio. Un unico ambiente, ottimizzato per l'utilizzo touch o per la classica coppia tastiera+mouse.

 

Leggi tutto: Windows 8 è arrivato: "Si apre una...

Nuovo iPhone 5 Apple Pesa solo 112 grammi, raddoppia la velocità

(6 - voto utenti)

Schermo da quattro pollici, su Facebook si scrive "a voce"

Presentato il nuovo iPhone 5, "il più sottile e leggero". Se accompagnato dall'abbonamento, il modello da 16 Gb costerà 199 dollari, quello da 32 Gb 299 dollari e il più potente da 64 Gb 399 dollari. Se venduto da solo, si presume un prezzo da 550 dollari in su

 

iPhone 5

 

Londra, 12 settembre - Apple ha presentato il nuovo iPhone 5 allo Yerba Buena Center di San Francisco, il primo iPhone dell'era post-Steve Jobs. E’ fatto interamente di alluminio e vetro, è più sottile e leggero (solo 112 grammi) del 4S - 7,6 millimetri - e ha un retina display da 4 pollici. In Italia sarà in vendita dal 28 settembre, mentre in Usa e altri 8 Paesi arriverà una settimana prima, il 21 e sarà prenotabile da venerdì 14 settembre. A svelare il nuovo "gioiello" (come lui stesso l'ha definito) di Cupertino è stato Phil Schiller, vicepresidente di Apple per il product marketing.

 

Leggi tutto: Nuovo iPhone 5 Apple Pesa solo 112...

Ricarica wireless e fotocamera super: Nokia Lumia

(4 - voto utenti)

 

Nokia sfida i giganti coi nuovi Lumia 920 e 820

 

Windows Phone

 

NEW YORK - Nokia prova a sfidare i giganti sfornando due nuovi smartphone della serie Lumia basati sul neonato Windows Phone 8. D'accordo, Android di Google e iOs di Apple in questo importante segmento di mercato hanno preso il largo ma l'esperienza insegna che gli equilibri possono cambiare in poco tempo se si spinge il pedale dell'innovazione. Per questo il colosso finlandese - indietro negli smarthone ma sempre secondo produttore al mondo di cellulari dopo Samsung - ha scelto di puntare molto dell'esperienza utente, a braccetto con Microsoft con cui ha avviato una partnership 18 mesi fa con l'obiettivo di riprendersi il terreno perduto nel settore di punta e uscire dalla crisi.

Leggi tutto: Ricarica wireless e fotocamera super:...

Samsung ricorrerà contro la sentenza La giuria: "Una mail è stata determinante"

(3 - voto utenti)

L'azienda presenterà appello, dopo la condanna al risarcimento ad Apple di oltre un miliardo di dollari. Il numero uno del comitato giudicante rivela che per decidere è stato importante un documento in cui Big G suggeriva ai sudocreani di cambiare il design degli smartphone. Il crollo in borsa...

 

Apple VS Samsung

 

ERA DIFFICILE immaginare il contrario, e ora arriva l'ufficialità: la Samsung Electronics farà ricorso contro la sentenza del tribunale della California che ha l'ha condannata a risarcire Apple con 1,05 miliardi di dollari per la violazione di una serie di brevetti relativi agli iPhone e iPad prodotti dalla casa di Cupertino. Lo ha annunciato oggi un portavoce della compagnia sudcoreana. Una sentenza importante per la definizione degli equilibri nel ricco mercato degli smartphone, di cui Apple e Samsung sono i più grandi produttori al mondo.

Il processo. I nove membri della giuria californiana hanno dato ragione all'azienda americana dopo un processo durato oltre tre settimane. La causa è una delle tante intentate dai due giganti dell'elettronica schierati l'uno contro l'altro in vari Paesi del mondo, con accuse reciproche di violazioni di brevetti relativi al design e al software dei rispettivi prodotti. Apple aveva avviato il procedimento legale in Usa nell'aprile dello scorso anno e Samsung aveva a sua volta controcitato in tribunale l'azienda americana.
Il caso discusso in California è stato il primo dibattuto negli Stati Uniti. Apple chiedeva ai rivali sudcoreani un risarcimento di 2,75 miliardi di dollari sostenendo che Samsung aveva violato quattro brevetti relativi al design e tre relativi al software. A sua volta, Samsung chiedeva un risarcimento di 421,8 milioni di dollari per la violazione di cinque brevetti. Analoghi procedimenti sono stati avviati in Gran Bretagna, Australia e Corea del Sud.

Leggi tutto: Samsung ricorrerà contro la sentenza...

Facebook "spia" le chat private alla ricerca di cybercriminali

(3 - voto utenti)

 

Un algoritmo setaccia le conversazioni tra utenti, nel tentativo di identificare e prevenire possibili reati. Un occhio elettronico pensato per la sicurezza, che però di fatto intacca la privacy. "E' un codice sofisticato e evita i falsi positivi", dicono da Fb, garantendo che i documenti usciranno dall'azienda solo in casi di manifesto contenuto illegale.

 

Facebook Privacy

 

L'OCCHIO di Facebook arriva fin dentro le chat degli utenti. Non è per fortuna un occhio umano, ma un algoritmo, che però analizza scrupolosamente le conversazioni private che si svolgono sul social network. Milioni e milioni di parole ogni giorno, tra le quali potrebbe nascondersi qualche messaggio criminale, o piani per attentati alla sicurezza pubblica. E proprio quelle cerca l'occhio di Facebook, sacrificando però la privacy degli utenti.

 

Chat tra sconosciuti. Una questione che sta già sollevando polemiche, perché le conversazioni ritenute sospette vengono inoltrate alle forze dell'ordine. Nessuno sa quanto sia preciso l'algoritmo e quali siano le parole che possano farlo entrare in azione e segnalare le attività. Si sa però che il codice tiene d'occhio gli utenti che non figurano essere "chattatori abituali": gli scambi verbali tra sconosciuti o poco più insomma sembrano essere molto più interessanti per la sorveglianza digitale del social network.

Leggi tutto: Facebook "spia" le chat private alla...




Copyright ® 2021 - Glesius Project S.r.l. - All right reserved.